27.01.2016

Panoramica news

Realizzato a tempo di record un moderno centro logistico a Kölliken

Centro logistico Kölliken
Thomas Widmer davanti al magazzino a scaffali alti di Kölliken.

Debrunner Acifer ha costruito nel giro di 15 mesi un nuovo centro logistico centralizzato a Kölliken (AG) per la tecnica di fissaggio, gli utensili, le machine e la sicurezza sul lavoro. Il magazzino automatizzato della minuteria comprende 40 000 articoli. Già oggi il 30 per cento degli ordini viene evaso tramite il webshop; una tendenza in crescita.

«Il nostro magazzino automatizzato della minuteria corrisponde ai più recenti standard tecnologici e consente all’azienda un’enorme ottimizzazione dei processi in ambito logistico», afferma Thomas Widmer, amministratore delegato a Kölliken. Il nuovo magazzino a scaffali alti ha un’altezza di 16 metri e si compone di un magazzino automatizzato di minuteria con 57'700 cassette ripartite su sette corridoi con 5'500 postazioni per pallet, nelle quali i prodotti vengono stoccati fino alla spedizione. L’impianto completamente automatizzato percorre sei metri al secondo per raccogliere e raggruppare il materiale ordinato.

Centro logistico Kölliken

Grazie a questa completa automatizzazione, i clienti e i centri artigianali Debrunner Acifer di tutta la Svizzera beneficiano di tempi di consegna molto brevi e di un’elevata disponibilità. I codici a barre e il venir meno della documentazione cartacea garantiscono uno svolgimento dei processi senza intoppi. Tecnici di logistica in possesso di esperienza sono responsabili della gestione ottimale dei processi. Insieme alla logistica, anche tutti gli altri collaboratori del magazzino centrale Debrunner Acifer si sono trasferiti da Zofingen, in Argovia, nella vicina Kölliken.

Il magazzino logistico viene gestito da 50 collaboratori e 12 apprendisti nei settori Logistica e Amministrazione. Nel nuovo centro logistico è stata inoltre creata la possibilità di offrire, in modo flessibile e secondo necessità, fino a 20 posti di lavoro per disabili nelle operazioni di imballaggio.

Innovativo è anche l’edificio in sé. «A causa delle caratteristiche del suolo e del livello alto della falda acquifera, l’edificio sorge su 660 pali. Un terzo di questi pali viene sfruttato per ricavare energia per mezzo di una pompa di calore», spiega Thomas Widmer.

Il fatto che sia stato possibile realizzare il nuovo edificio su un lotto di terreno di 11'000 m2 nel giro di 15 mesi, dal primo colpo di piccone della Debrunner Acifer fino al collaudo, si deve non da ultimo alla buona collaborazione con le autorità.